Autore: Laura Pegorini

Classe ’92, sono nata e vivo a Cremona, ma mi sono laureata a Parma e mi sto specializzando a Milano in Lettere Moderne. Insegnante per arginare il precariato, apprendista scrittrice, studentessa appassionata, bibliomane e bibliofila, chi mi conosce mi definisce piccola e bipolare, tra una dolce timidezza e un’ironica cattiveria. Sogno di rendere la lettura e la scrittura, mie grandi passioni, un lavoro, perché da sempre mi hanno permesso di viaggiare ovunque nel tempo e nello spazio.

Il circo è un’arte molto controversa, inutile fare giri di parole. Affascina, sbalordisce, diverte.
In Italia, l’arte circense va a scontrarsi in modo particolare con una tradizione illustre e antica, oltre che con l’attualità. Da una parte, la famiglia reale del circo italiano, gli Orfei, che tuttavia oggi trovano forti ostacoli nell’ambientalismo, così che non passa una tournée in cui non siano boicottati dagli animalisti; dall’altra parte, invece, la bellezza del corpo umano e il fascino di mille storie da raccontare con la musica e le immagini, valori alla base del circo moderno più conosciuto, ovvero il Cirque du Soleil. Più vicino a quest’ultimo modello è Circo Zoè (link), vero circo d’autore nato nel 2011 da Chiara Sicoli e Simone Benedetti (circensi) e Diego Zanoli (musicista compositore). Italiano di nascita, Circo Zoè (link) si avvale di 10 artisti fra italiani, francesi e brasiliani, nella convinzione che l’internazionalità della compagnia sia un valore aggiunto al progetto artistico....   leggi tutto

Creare qualcosa di bello, a volte, è più una condanna che una fortuna. Chi crea un’opera di grande rilievo spesso nutre verso di essa sentimenti contrastanti: l’odio per un persecutore, il senso di ingiustizia per il resto della produzione, l’amore del genitore per un figlio. Deve essere frustrante sentirsi sempre chiedere la stessa cosa, quando si è consapevoli di aver fatto anche altro nella vita, altro di ugualmente bello; come un attore che si fonde con un personaggio. Eppure, quando si ha un grande dono come questo, si finisce per vivere di lei e pace a chi non capirà....   leggi tutto

Quando, durante il Festival del Cinema di Venezia del 2013, Hayao Miyazaki ha annunciato il ritiro dalle scene, il pubblico di tutto il mondo ha sussultato. Considerato il Disney giapponese, annovera tra i suoi fan non solo gli spettatori più semplici, ma anche autorità di ogni campo e paese come Akira Kurosawa (celebre la sua frase: «Talvolta lo paragonano a me. Mi dispiace per lui perché lo abbassano di livello»), Michael O. Johnson (presidente della Buena Vista Entertainment) e John Lasseter (direttore creativo della Pixar e dei Walt Disney Studios), Quentin Tarantino e Steven Spielberg, Mobius e Guillermo Del Toro....   leggi tutto

La nuova premessa di oggi si chiama Alessandro Nuara, ventitreenne di Agrigento trapiantato a Milano per studiare Ingegneria Informatica presso il Politecnico. È all’ultimo anno del corso di laurea, ma per il futuro è già impegnato: da un anno, infatti, si è avvicinato al mondo delle start-up e dell’innovazione tecnologica....   leggi tutto

Davanti agli scoraggianti dati Istat, alle parole di giornali e TV, fino alle proposte di riforme del Governo, noi di Pequod ci siamo posti la seguente domanda: cos’è veramente la Garanzia Giovani, di cui si sente tanto parlare, e cosa sta facendo di importante per noi? Ma, soprattutto, funziona? La Garanzia Giovani (Youth Guarantee) è un piano europeo che si propone di contrastare la disoccupazione giovanile nei paesi aderenti, il cui tasso supera il 25%: oltre all’Italia, ne fanno parte Austria, Belgio, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Spagna, Svezia e Ungheria. Nata il 22 aprile 2013 con la Raccomandazione europea, la Garanzia prevede di esaurire i propri finanziamenti entro il 2018. Il bacino di riferimento è, secondo la normativa, quello degli Under 25, che in Italia, a causa della maggior gravità della crisi, è diventato fra i 15 e i 29 anni: in generale, però, i destinatari della Garanzia sono i NEET (Not in Education, Employment or Training), giovani non occupati né coinvolti in un progetto formativo come un tirocinio o una scuola di qualunque grado. Ma, nei fatti, come agisce la Garanzia?...   leggi tutto

Today on Pequod another interview with a foreign person living in Italy. This time we had a chat with Christine, a student who is not even from Europe. She comes from Ghana but she has been living for a long time in the nice Reggio Emilia....   leggi tutto

Copyright ©2014 Pequod - Admin
Registrazione presso il Tribunale di Bergamo n. 2 del 8-03-2016
Made by Progetti Astratti