Tag: featured

“Rassegnatevi che parleremo di latino e Cicerone”. Maurizio Bettini inizia il suo intervento al Festival della comunicazione a Camogli con un excursus sulle opere di Cicerone, sulla vastissima quantità di testi scritti dall’autore latino, ‘quasi più di Umberto Eco’, scherza Bettini; si sofferma in particolare sul trattato De divinatione....   leggi tutto

Camogli.
Si apre con l’intervento di Gianfranco Marrone la seconda giornata del Festival della Comunicazione di Camogli: “Linguaggio della stupidità, stupidità del linguaggio”. Un exploit incisivo e curioso che attira la completa attenzione dei presenti: «Farò in modo che il punto interrogativo alle mie spalle sia più importante dell’esclamativo. Eviterò conclusioni e risposte e accentuerò l’importanza delle domande».
Esiste un nesso molto stretto tra linguaggio e stupidità, nessuno degli elementi potrebbe sussistere senza l’altro. L’intervento ripreso nel libro Stupidità suscitò due reazioni a caldo: di chi lo interpretò come testo per demonizzare la figura dello stupido e di chi, leggendo il libro si è sentì preso in causa in prima persona.
“Ma quanto sono stupido” autocompiacimento o autocritica?
Lo stupido è valutato positivamente. Stupidità è cool!...   leggi tutto

Camogli.

Si apre con l’intervento di Tullio De Mauro la seconda edizione del Festival della Comunicazione di Camogli: “Il linguaggio degli italiani dall’Unità d’Italia ad oggi”  il cui breve prologo inizia dalla storia di Costanza Arconati, donna di spicco nella lotta politica italiana nell’800 europeo, preziosa testimonianza delle diverse realtà italiane del tempo. Grazie ad uno slancio patriottico del ’59 viene vietato l’uso del francese come lingua ufficiale del parlamento e si passa all’italiano, una decisione fondamentale per l’immagine di stato nazionale di fronte alle potenze europee....   leggi tutto

Spesso i lettori meno informati ritengono che i grandi libri, quelli che un giorno potrebbero diventare dei classici della letteratura, siano pubblicati unicamente dai colossi dell’editoria, impressione suggerita anche dal fatto che molti prestigiosi premi spesso sono vinti da libri pubblicati da grosse case editrici, basti pensare al caso del Premio Strega: è dal 1993 che non vince un’opera che non sia edita da Mondadori, Rizzoli, Einaudi o Garzanti....   leggi tutto

Si è ufficialmente aperta con la conferenza stampa a Palazzo Reale la ventesima edizione del Milano Film Festival, il sempre più atteso appuntamento del capoluogo lombardo con il cinema internazionale. Un appuntamento che negli anni ha saputo offrire eventi unici che lo hanno ampiamente ripagato in termini di pubblico e sponsor e che oggi lo rendono uno dei festival culturali più interessanti in ambito cinematografico....   leggi tutto

Abacà (link) nasce nel 2012 quando Simona Cusmano e Chiara Dissegna, musiciste, amiche e (all’epoca) coinquiline, decisero di frequentare un corso di danze popolari per giostrarsi sulla pista da ballo delle varie serate di bal folk – un tipo di danze popolari provenienti per la maggior parte dalla tradizione francese che, a partire dagli anni ’70 hanno iniziato a prender piede in tutta Europa e creando dei circuiti molto importanti per ballerini e musicisti. Il piacere per quest’atmosfera le fa guardare oltre il dancefloor, iniziano ad ascoltare i vari gruppi della scena per poi dire “Ma questo possiamo farlo anche noi! Dai proviamoci!”....   leggi tutto

Dopo averlo incontrato all’evento targato Culturit Statale, Pequod Rivista ha l’occasione di fare un’altra chiacchierata con una delle personalità più promettenti del giornalismo digitale. Appassionato di scrittura sin da bambino e dopo una laurea in Storia e Filosofia, Timothy Small abbandona il mondo accademico per avvicinarsi nel 2004 allo stile più ironico e dissacrante della redazione inglese di “VICE”. L’anno successivo rientra nel Bel Paese a seguito dell’apertura di “VICE Italia”, di cui resterà direttore per 7 anni....   leggi tutto

Migranti, viaggiatori, ospiti temporanei, nella propria mente forse anche prigionieri di un luogo di passaggio, la Stazione Centrale di Milano. Sfiorati dall’indifferenza e dalle valigie pesanti degli arrivi o delle partenze di chi non sta scappando come loro dal proprio Paese, hanno popolato gli spazi interni ed esterni della Stazione per settimane, nell’attesa di partire, di trovare un posto nei centri di accoglienza oppure di non trovarlo, per paura di essere identificati e non poter proseguire il proprio viaggio....   leggi tutto

Ripensando Dakar, i primi ricordi che sempre riaffiorano alla mia mente sono le sensazioni provate nei primi minuti, appena atterrata sul continente Africa: la presenza umana e l’odore speziato dell’aria. Sono anche le sensazioni che mi hanno accompagnata per il resto del viaggio,delle mie cinque settimane dedicate a capire e imparare ad amare il popolo di questo Paese, il Paese dell’uomo che ho sposato e della sua famiglia d’origine....   leggi tutto

Creare qualcosa di bello, a volte, è più una condanna che una fortuna. Chi crea un’opera di grande rilievo spesso nutre verso di essa sentimenti contrastanti: l’odio per un persecutore, il senso di ingiustizia per il resto della produzione, l’amore del genitore per un figlio. Deve essere frustrante sentirsi sempre chiedere la stessa cosa, quando si è consapevoli di aver fatto anche altro nella vita, altro di ugualmente bello; come un attore che si fonde con un personaggio. Eppure, quando si ha un grande dono come questo, si finisce per vivere di lei e pace a chi non capirà....   leggi tutto

Cammino lungo il fiume Liffey e tutt’attorno si scorgono ancora nitidi i segni della vittoria. Alte e fiere sventolano le bandiere arcobaleno, i pub e i commercianti ancora tengono appesi i drappi e i manifesti del “Sì”. Temple Bar ancora risplende di colori festosi e South George Street, ogni sera, rivive e ricorda le gloriose giornate del Referendum. Il castello di Dublino, in quel giorno giovane e colorato come mai, si è trasformato nel teatro gioioso dei festeggiamenti che ancora trasuda di amore frocio. I verdi parchi minuziosamente curati ricordano le orde di giovani e giovanissimi che in quel giorno hanno celebrato e si sono ubriacati in nome della vittoria dell’amore. Amore libero, amore che non segue le regole bigotte di una società che per decenni lo ha disconosciuto, amore che si lascia trasportare dalla forza del cambiamento. Amore che ha il coraggio di seguire i propri desideri e le proprie passioni, senza lasciarsi imbrigliare e controllare. Amore che finalmente ha la possibilità di scegliere come vivere ed essere riconosciuto come tale.
E’ passato più di un mese da quello stupendo 22 Maggio, ma i segni della vittoria ancora saltano all’occhio e appartengono alla memoria collettiva di Dublino.Foto 2
...   leggi tutto

Da sempre la musica è considerata collante sensoriale per eccellenza, coinvolgente, indiscreta, per tutti. Negli anni il cambiamento trasversale ha dato luce a sempre più generi musicali, a mezzi di fruizione e strumenti sem-pre diversi e più tecnologici; ad oggi possiamo passare dall’heavy metal più pesante alla canzone partenopea tradizionale, dalla leggerezza delle note di Einaudi all’ultima hit di Lady Gaga semplicemente premendo un pulsante....   leggi tutto

Neflix è sempre di più sulla bocca di tutti. Infatti dopo l’ufficializzazione del suo arrivo in Italia questo autunno (ad ottobre per essere precisi) l’attesa cresce, insieme alle già enormi aspettative sul servizio. Do quindi per scontato che il lettore conosca quantomeno i titoli di punta della piattaforma, ma di questo ne abbiamo già parlato qui....   leggi tutto

Today we have interviewed Rodrigo, a young Mexican guy who decided to move to Europe after his bachelor in Mexico. Rodrigo is really open minded and easy-going, he loves to travel as much as he can and get in touch with new people, especially with European students. According to his first impressions about living in the Netherlands, we might say «so far so good»....   leggi tutto

=&0=&: le donne che dal 1971 si sono recate in Inghilterra o in Galles per abortire. 3679: le donne che nel 2013 si sono recate all’estero per abortire.   1000-1500 Euro: il costo medio, in sterline, di un viaggio all’estero per abortire. 4000: la multa prevista, in sterline, per il personale medico che raccomanda un aborto o fornisce tutte le informazioni necessarie circa la procedura da seguire. 43: il numero dei paesi europei che consentono l’aborto quando richiesto o per una serie ampia di ragioni, con l’eccezione di Andorra, Irlanda, Malta, Polonia e San Marino. 24: i giorni in cui, nel dicembre 2014, una donna clinicamente morta è stata tenuta in vita, contro la volontà dei suoi familiari, a causa del battito cardiaco del feto. 14: gli anni che rischia chi ha un aborto illegale o chi presta assistenza a un aborto illegale. (Fonte: Amnesty International) Queste cifre riguardano l’Irlanda, che ritiene l’=&7=&

Non è facile trovare la categoria ideale per inserire questo articolo. Noi di Pequod abbiamo pensato che il progetto Gesto (link) potesse far parte delle Nuove Premesse per la giovane età delle sue creatrici Martina Lucattelli, la proprietaria e Giulia Tognarelli, architetto. Ma Gesto: fai il tuo è qualcosa di più di una semplice start up. E’ un modo diverso di vedere il consumo nell’ambito della ristorazione. Gesto è un ristorante aperto nella splendida cornice Fiorentina del quartiere di San Frediano. Ma non è la bellezza rinascimentale nel capoluogo toscano né il fascino del fondo storico nel quale il locale si inserisce e forse nemmeno il locale in sé a colpirci. E’ l’idea, o potremo dire l’ideale, di contribuire direttamente a creare un modello di consumo del cibo che non preveda sprechi di nessun tipo....   leggi tutto

Ricordato per i suoi contributi teorici alla ideologia marxista, l’attivismo rivoluzionario durante la guerra civile e la pluridecennale leadership politica all’interno del Partito Comunista, l’eredità culturale del fondatore e primo presidente della Repubblica Popolare Cinese continua ancora oggi a permeare la società della Cina contemporanea. Secondo diverse modalità e ricorrenze, i cittadini cinesi si prodigano a perpetuare la memoria del grande leader, esibendo un ritratto di Mao Zedong nella propria abitazione o attività commerciale, pubblicando un post celebrativo su un social network, e così via....   leggi tutto

Marinai internauti udite, udite,

Oggi è nata la playlist musicale di Pequod!

finalmente potrete riascoltare quando&quanto vorrete tutta la colonna sonora dei nostri articoli musicali. Altro che i soliti tormentoni estivi, la musica che vi lasciamo per l’estate è tremendamente ricercata e pregiata: è la Buona Musica di Pequod che vi renderà i più fichi della spiaggia!...   leggi tutto

Oggi Pequod salpa alla scoperta dei nuovi apprendisti registi della provincia di Varese, esplorando uno dei cortometraggi di tesi di regia proiettati il 28 giugno 2015, presso l’istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni di Busto Arsizio, vincitore del premio ‘miglior regia’ assegnato dall’Icma. Insieme alla neoregista Viola Folador che ha esordito con Matrioska e con l’attrice Giulia Marolli che ha interpretato il ruolo di Omega, seguiamo la genesi di questo singolare progetto....   leggi tutto

25 Maggio 2015, Tribunale di Milano: “Uber concorre slealmente contro i taxi”. Così pare essersi pronunciato, almeno in via preliminare, il Giudice chiamato a valutare la portata operativa e la modalità con la quale l’azienda di San Francisco gestisce i suoi contatti e distribuisce cittadini a suon di passaggi tra le più importanti città italiane del nord (Torino – Milano – Genova) e non solo....   leggi tutto

Sotto un cavalcavia di Bergamo le serate e i weekend si fanno culturali grazie all’associazione Open Space (link) e noi di Pequod, come nostra usanza, ci siamo fiondati per farvi conoscere una delle realtà più dinamiche della città. Dal 2 sino al 26 di luglio, i ragazzi di Open Space propongono nel parcheggio inutilizzato sotto il cavalcavia del quartiere Boccaleone un calendario pieno di eventi, che spazia dalla Street art, alla musica, al cinema sino al teatro e alle conferenze sulla storia del quartiere, nonché su urbanistica e regolamentazione degli spazi comunali....   leggi tutto

La crescita personale di un musicista da sempre autodidatta che sfocia nella realizzazione di un disco è la storia che io e Jonathan Locatelli vi raccontiamo oggi. Chitarrista di nascita, polistrumentista per passione, classe 1988 e nativo della valle Imagna (BG): «Dico sempre di aver iniziato a suonare a dodici anni anche se ho sempre ascoltato tantissima musica, l’ho sempre amata sin da bambino grazie ai miei genitori»....   leggi tutto

Aleksandr Dugin torna in Italia, a Milano, ancora una volta per merito dei membri di Lombardia Russia, questa volta affiancanti dai giovani de L’intellettuale Dissidente – Circolo Proudhon. Un anno fa infatti, sempre questa associazione culturale affiliata alla Lega Nord (sito di Lombardia Russia) aveva invitato l’intellettuale russo a tenere una conferenza sui punti essenziali del suo pensiero politico-filosofico. Quest’anno tuttavia la partecipazione di Dugin è stata una sorpresa: nell’invito alla conferenza si annunciava semplicemente la presenza di un “intellettuale russo di rilievo internazionale”....   leggi tutto

Valerio Taiocchi ha 29 anni e ormai sono dieci anni che si muove fra Berlino e Londra. La sua storia, mi racconta, con un italiano un po’ incerto, data l’abitudine a parlare quotidianamente quattro lingue diverse, è iniziata dopo il liceo, quando decise di spostarsi a Londra per studiare Event Marketing Management. La capitale inglese apre al giovane Valerio un universo musicale, un melting-pot di musica punk, jazz, house, elettronica che avrebbero tracciato la sua strada lavorativa per gli anni a venire. «Tutto iniziò per gioco» ci dice Valerio «con un evento che io e due miei amici, uno libanese e uno spagnolo organizzammo in un ambiente warehouse. Era il 2005, probabilmente, e in Commercial Road, Aldgate East, in uno scantinato sporco noleggiammo un sound system, ci procurammo un paio di giradischi e fatti alcuni flyer, quanti basta per invitare amici di amici, e abbiamo dato vita ad una festa con 300 persone». A partire da questo primo evento nasce SELECT ELECT come organizzazione di party underground sotto tutti gli aspetti: le location sono molto ricercate, desuete, non conosciute da tutti; la musica è specificamente techno o house, rivolta esclusivamente a coloro che hanno una cultura musicale nel campo e possono apprezzarla; si può venire a conoscenza dei party solo attraverso una comunicazione specifica, ad esempio tramite newsletter. Tutto ciò inquadra da subito questi eventi come realtà urbane al limite fra la legalità e l’illegalità dove i filtri di accesso fanno sì che ci si rivolga ad un pubblico ridotto, ad una realtà non mainstream dato che «non tutti portano good vibes». Per tre anni Valerio ed i suoi amici hanno continuato a promuovere questo tipo di eventi in maniera più continuativa e costante, ricercando spazi più o meno segreti per realizzare feste che, per quanto di successo esponenziale, comunque rimanevano interdette alla massa, non aperte a tutti....   leggi tutto

Prendiamone atto: dell’horror spesso si abusa. I tempi dei grandi cult del brivido sono passati ed è raro che un film oggi riesca a porre le giuste premesse per smarcarsi dall’etichetta di genere di serie B. È raro, ma esistono delle fortunate eccezioni che gli appassionati dell’orrore non possono far altro che cercare, vagando da una pellicola all’altra....   leggi tutto

Chi l’avrebbe mai detto tempo fa che oggi i fumetti sarebbero diventati una fonte di ispirazione per cinema e televisione? Non che prima non lo fossero, ma nell’ultimo decennio il cinema si è finalmente deciso ad attingere a piene mani da questo medium ed ha voluto portare le storie, i personaggi più avvincenti e il loro spirito sul grande schermo. I risultati sono sotto gli occhi di tutti: la Marvel ha creato un popolare universo cinematografico per i suoi film e va talmente a gonfie vele che ha deciso di fondare una propria casa di produzione (I Marvel Studios), mentre la Dc, in ritardo vorrebbe fare altrettanto, ed in procinto di lanciare la sua linea di film in collaborazione con la Warner Bros....   leggi tutto

Amy Woodward is 19 from Bracknell, near London. She studies Graphic Communication and Design at the University of Leeds. She decided to go to Spain, in a town near Seville, and she did it with GoCambio. She told us about her experience with this new way of travelling and exchanging knowledge....   leggi tutto

Pochi mesi fa, Henry Kissinger, uno dei più influenti, quotati, discussi, nonché esperienti (l’atto di nascita è datato 1923) analisti di politica americani ha lanciato un’invettiva contro chi tenderebbe a negare dignità allo studio della storia e della geografia, sostenendo che tali discipline sarebbero di fondamentale importanza nella creazione di coscienze nazionali e politiche nella mente di tutti i cittadini. In questi termini le affermazioni di Kissinger possono risultare un po’ stantie e altrettanto sicuramente, orde di studenti potrebbero maledirle, forti di ore passate sui libri non sempre in maniera redditizia e con una forte tensione al sonno....   leggi tutto

Siamo nel XXI secolo, la tecnologia avanza e sempre più impetuosa diventa virale; un’era all’avanguardia la nostra, orientata al futuro ma ancora succube di un passato imponente e aggressivo che disorienta e fa paura.
In questa realtà vacillante e precaria emerge il progetto Black Puppet, una casa di produzione video e service di figure professionali quali producer, operatori, montatori, autori e fotografi, nata dall’idea e dalla collaborazione di un gruppo di compagni universitari circa tre anni fa a Milano. Forti di una preparazione teorica incisiva e di una buona dose di tenacia iniziano, quella che poi diventerà loro carriera a tutti gli effetti, con la produzione di cortometraggi arrivando ad affermarsi nel mondo pubblicitario e della comunicazione.
FOTO 1...   leggi tutto

Mare o montagna? Città d’arte? Quando l’estate si avvicina il pensiero fisso è senza dubbio trovare una meta per le vacanze. Se le destinazioni per un viaggio estivo sono infinite (..ma chi non ama il mare?), i modi per raggiungerla, ma non in senso letterale, sono al giorno d’oggi essenzialmente due: o un’agenzia viaggi o il grande internet. Ma diciamoci la verità, le agenzie viaggi sono perlopiù per coppiette in viaggio di nozze, tant’è che la maggior parte delle persone, soprattutto giovani, si affida al web per prenotare viaggi o vacanze, specialmente dalla diffusione delle compagnie aeree low cost. Esistono una vastità di siti dedicati, ma bisogna innanzitutto fare una premessa. Si deve distinguere tra una OTA (Online Travel Agency) come eDreams o Expedia e un metasearcher come Skyscanner o Kayak: con la prima l’utente acquista direttamente dall’OTA, la quale paga alla compagnia aerea o all’hotel o a entrambi, trattenendosi una commissione, mentre un metasearcher propone semplicemente una combinazione di voli, reindirizzando in seguito alle pagine web delle compagnie, che verseranno una commissione al metasearcher....   leggi tutto

Avete mai ascoltato attentamente, durante le premiazioni di varie manifestazioni sportive, gli inni nazionali? Vi siete mai chiesti per quale motivo risultino essere un po’ tutti uguali e soprattutto suonati con gli stessi strumenti di derivazione sinfonica e bandistica occidentale? Gli inni nazionali rimangono un genere musicale snobbatissimo che rientra nel grande pentolone di quella che si considera world music....   leggi tutto

Quattro tonnellate di ecstasy, per circa 15 milioni di pasticche e 150 Kg di cocaina, per un valore complessivo di 300 milioni di dollari. Era l’agosto del 2008 e, nel porto di Melbourne,si assisteva alla più importante operazione antidroga mai effettuata a livello mondiale contro i traffici della ‘ndrangheta nel mercato degli stupefacenti in Australia...   leggi tutto

Seduti figurativamente sul versante occidentale della penisola iberica, con le spalle al continente europeo, volti alla vastità atlantica, è facile immaginare come gli uomini che vissero prima del 1492 dovessero avere veramente l’impressione che l’universo terracqueo finisse lì, sulle coste del Portogallo e della Galizia. Visto da qui l’orizzonte si estende in un immenso oceano Atlantico, sperduto; si ha l’impressione che oltre quel valico naturale, non possa esistere nient’altro. E’ su queste coste rocciose che questa idea di finis terrae si è infranta, sconfitta dall’inarrestabile sete di conoscenza e curiosità che hanno guidato l’uomo a crescere e ad emanciparsi dalla sua condizione di ignoranza e superficialità. foto 0

L’itinerario compiuto attraverso alcune delle città più affascinanti del Portogallo, Coimbra, Lisbona e Porto, nonché attraverso una vera e propria roccaforte della Galizia (comunità autonoma del nord-ovest spagnolo), Santiago de Compostela, è stato un viaggio prima di tutto proteso verso l’orizzonte. Un viaggio spinto da una curiosità infantile, compiuto in punta dei piedi cercando di sbirciare oltre. Una rincorsa verso il mare per capire dove finisse il Sole, dove andasse a sparire, dietro le cattedrali, le irte strade, i ponti e le alte colline sospese sul litorale....   leggi tutto

Ti ricordi quando alla scuola materna, prima che arrivasse la mamma a prenderti, la maestra leggeva una storia? Era un grosso librone, la storia spesso l’avevi già sentita, ma era bellissimo lo stesso. Ti eri appena svegliato dal sonnellino pomeridiano e aspettavi, sulla tua seggiolina di legno colorato, che la maestra facesse girare il librone tra le manine del piccolo pubblico per ammirare le immagini della fiaba, ma, giunto il tuo turno, puntualmente, la mamma arrivava e dovevi scappare a casa!...   leggi tutto

Leggere è un po’ come andare in aereo: si sente la partenza, poi generalmente c’è una lunga fase di stasi, magari funestata da qualche turbolenza, ma mai niente di grave, e infine si atterra e tanti saluti. Di solito i libri sono così: partono, stanno un po’ su e poi atterrano; aprono, cambiano aria e poi richiudono. Descrivono sempre una specie di curva, che torna poi ad adagiarsi sull’asse da cui è partita (attenzione, però: non sto dicendo che tornano al punto di partenza)....   leggi tutto

250 ore di lavoro agricolo distribuite per 8 mesi all’anno per una rendita media di 200 chili di ortaggi sani e self-made. É Claudio Cristofani, urbanista milanese e papà di Angoli di terra e dei suoi ormai 180 orti urbani, a fornirci l’equazione magica del benessere e del risparmio....   leggi tutto

I Cornoltis sono un gruppo musicale ma anche un po’ una famiglia, come i Ramones, però collocati nella provincia di Bergamo. Pishello Cornoltis (Mario Apicella), Helena Cornoltis (Paolo Bertuletti), Collaudo Cornoltis (Alessandro Piazzalunga) e Bigiotteria Cornoltis (Fabio Calzi) si sono raccontati e aperti in modo confidenziale esclusivamente per i lettori di Pequod. Siamo riusciti a scoprire la vera anima di questi musicisti nonché tutte le verità sulla storia della band e i loro segreti più intimi....   leggi tutto

Per molti è la citta ideale, per altri il sogno che si realizza, per altri ancora la bolla di sapone luccicante esplosa in mano ancor prima di poter essere toccata. Sydney è stata la prima città d’Australia, attualmente la più grande e in continua espansione. Si calcola che nei prossimi 5 o 10 anni la popolazione aumenterà di oltre 500mila unità. Questo perchè è sicuramente il posto più “vivibile” d’Australia (almeno dal punto di vista climatico). Una città multietnica per natura e per cultura, che sembra andare in controtendenza rispetto al mondo globalizzato. La multicultura su cui si è fondata – non solo Sydney, ma l’intera Australia – rimane l’elemento cruciale dello stile di vita della City. Ma guardandosi intorno sembra evidente che la Cina è sempre più vicina e che la multiculturalità rischia di lasciare il passo ai flussi di denaro, che in questo momento seguono una sola direzione....   leggi tutto

Quando, durante il Festival del Cinema di Venezia del 2013, Hayao Miyazaki ha annunciato il ritiro dalle scene, il pubblico di tutto il mondo ha sussultato. Considerato il Disney giapponese, annovera tra i suoi fan non solo gli spettatori più semplici, ma anche autorità di ogni campo e paese come Akira Kurosawa (celebre la sua frase: «Talvolta lo paragonano a me. Mi dispiace per lui perché lo abbassano di livello»), Michael O. Johnson (presidente della Buena Vista Entertainment) e John Lasseter (direttore creativo della Pixar e dei Walt Disney Studios), Quentin Tarantino e Steven Spielberg, Mobius e Guillermo Del Toro....   leggi tutto

The 2nd June is Italian national and Republic Day. It commemorates the referendum held in 1946, after the Second World War, in which Italian people – for the first time with universal suffrage – were asked to choose between monarchy and republic. From that day, Italy has become a Republic. We had a chat with some young people from different countries to discuss their opinion concerning this event and much more…...   leggi tutto

Repubblica o Monarchia? Fu questo il tenore del quesito presentato all’elettorato del’46 per la prima volta impreziosito dalla presenza femminile. Il risultato lo conosciamo e letto ora, a distanza di oltre mezzo secolo, ci appare ovvio, scontato e forse necessario a chiudere il cerchio, a mettere sotto chiave lo scomodo passato con il fascismo, con la guerra e la miseria da esso generate. Tuttavia, come nota di colore, da appassionati di storia, non potrà non essere citato il risultato aritmetico, che vide 12.717.923 (54,3%) cittadini favorevoli alla repubblica e 10.719.284 (45,7%) cittadini favorevoli alla monarchia. Letto e archiviato, con buona pace dei revisionisti....   leggi tutto

Tiko vive per strada, a Cordoba. Non è di nessuno ma sono in molti ad occuparsene. Non si sa come sia arrivato in quello spicchio di città ma è lì che ha scelto di fissare la sua residenza, grazie alla rete di protezione che è riuscito a stendere, con lo sguardo che incanta e commuove. Tiko è orgoglioso ma non avendo un padrone si è adattato alle circostanze. Un giorno una signora che è solita fargli trovare dei bocconi lo ha incontrato in un’altra zona del quartiere, “Ciao Tiko, cosa fai qui?”, gli ha chiesto. Un uomo che passava l’ha corretta: ”Non si chiama Tiko, il suo nome è Milton. E’ di casa, da queste parti”. Lui li ha guardati con aria noncurante, con la faccia di chi non voleva mostrare i documenti....   leggi tutto

Quando si parla di Steve McCurry il rimando automatico è al celeberrimo ritratto di Sharbat Gula, la ragazza afgana dai penetranti occhi verdi, curiosi e al contempo spaventati, dietro ai quali si cela una storia di povertà e voglia di riscatto, pubblicato sulla copertina del National Geographic nel giugno 1985. Una mostra dedicata agli scatti di uno dei fotografi più apprezzato al Mondo non poteva che intitolarsi “Oltre lo sguardo”....   leggi tutto

Today we have met Michael Spikmans, a Dutch student from Eindhoven who is doing his MSc at the Tilburg University.During his previous studies he mainly focused on ICT, what makes Michael a different student in the domain of Information Technology is the strong awareness about the pivotal role of human aspects. His main goal is to bridge the gap between  technology illiterates and digital tools which enable people to be more competitive in the job market....   leggi tutto

Inseguire i propri sogni è un qualcosa di intrinseco alla natura umana, è una cosa che caratterizza la vita di tutti noi. Ognuno di noi ha un sogno per realizzare il quale farebbe carte false. Ci sono sogni assurdi, difficili se non impossibili da realizzare, che restano per sempre nel famoso cassetto. Restano lì, ad aspettarci. Possiamo rispolverarli quando vogliamo, per cullarci nella speranza che un giorno, prima o poi, li realizzeremo, e invece resteranno irraggiungibili per sempre. Ma ci sono, sono lì, perché la nostra vita è fatta per avere dei sogni, non ci abbandoneranno mai. E poi ci sono quelli che invece si possono realizzare. E quando si ha l’occasione di realizzare un sogno, il proprio sogno, quell’occasione non si può rifiutare....   leggi tutto

A nord di Torino, nella Valchiusella, si incrociano quattro delle linee sincroniche che, come fiumi impetuosi, trasmettono idee e pensieri e mettono in contatto ogni punto del mondo con l’universo. No, non siamo in preda ad una crisi mistica, questo luogo esiste davvero, si chiama Damanhur. Il nome significa ‘Città della luce’ ed è stato premiato dalle Nazioni Unite in quanto più grande società ecosostenibile presente in Europa. I damanhuriani riciclano, sperimentano nuove tecnologie verdi, si riscaldano bruciando legna nei camini, e, soprattutto, bandiscono accendino e sigarette, anche negli spazi aperti....   leggi tutto

-SPOILER ALERT-

This is the end come direbbe Jim Morrison. It’s The End of an Era, più precisamente, è la tagline che ci ha accompagnato nella stagione conclusiva di Mad Men, che ha raggiunto il suo epilogo il 17 maggio negli States. Dopo otto anni, sette stagioni, quindici Emmy, quattro Golden Globe e tante, tante, emozioni siamo giunti alla fine di questo viaggio nell’America degli anni ‘60, che ci ha fatto rivivere un’epoca affascinante e controversa, immersi nell’eleganza, nello stile, nei modi di fare e di pensare del tempo, attraverso le storie di uomini e donne in questo mondo ricostruito nei minimi dettagli, dai quotidiani dell’epoca agli oggetti di scena, dai costumi all’arredamento....   leggi tutto

Tutto ha inizio nel 2014: due semplici ragazzi, Andrea e Francesco, fan sfegatati di Laura Pausini, decidono di mettersi al servizio di un’associazione chiamata White Mathilda che opera contro la violenza di genere. Si fanno chiamare Pau Boys dove Pau sta ad indicare la loro ammirazione per la cantante. Il loro scopo è quello di aprire una casa di prima accoglienza dedicata alla Pausini per donne vittime di abusi e violenze....   leggi tutto

Nonostante siano passati esattamente 25 anni da quando l’Organizzazione Mondiale della Sanità riunita a Ginevra depennò l’omosessualità dall’elenco delle malattie mentali, ancora una settantina sono i Paesi nei quali l’unione consensuale tra persone dello stesso sesso è considerata reato, 5 quelli in cui viene punita con la morte. Tuttavia anche dove la legge non comporta sanzioni per le coppie omosessuali queste sono spesso vittime di violenze e aggressioni, fisiche e verbali, nonché di esclusioni e svalutazioni basate sul pregiudizio....   leggi tutto

Esiste un cimitero silenzioso lontano dove riposa lo spirito di quei luoghi aridi e desolati rovine di un passato abbandonato a se stesso. Posti dimenticati, impossibili da nascondere, ma che nessuno guarda più. Palazzi, ville, chiese ridotte a cumuli di cemento e polvere, luoghi segnati da un tempo cinico che li ha usati denudati e poi, non contento, riposti in un angolo buio e freddo a deperire lentamente. Una forza inestimabile si cela dietro a tutto questo: le intemperie, l’umidità, l’incuria sono riusciti a rendere questi luoghi magici, a conservarne paradossalmente tutta la bellezza....   leggi tutto

Oggi Pequod, sempre assetato di validi progetti, va alla scoperta di una dinamica (e dissetante) realtà: quella del Birrificio Indipendente ELAV.
In occasione delle visite guidate all’impianto, previste per tutte le domeniche del mese di maggio, Elav ha organizzato in Birrificio a Comun Nuovo una serie di degustazioni dei loro prodotti, sapientemente abbinati a gustose pietanze. Ma questo è solo uno degli numerosi eventi realizzati e proposti da Elav....   leggi tutto

Abbronzatevi con noi – questa è la scritta che capeggia a caratteri cubitali, in stile Hollywood, sulla spiaggia del Gorkij Park di Mosca. Sì, proprio così, una spiaggia su cui abbronzarsi nel cuore della capitale russa, che di certo non è nota per essere una rinomata meta balneare. Eppure, chi immagina i suoi abitanti col colbacco incorporato dodici mesi all’anno, o rintanati in casa con della vodka ad osservare dalla finestra la neve cadere generosa, si sbaglia parecchio. D’estate i termometri della capitale sfiorano talvolta i quaranta gradi, le strade si riempiono di fanciulle in abiti succinti e di chioschi dove acquistare gelati e bibite fresche....   leggi tutto

Il mirliton è uno strumento riconducibile alla categoria dei membranofoni (come i tamburi) in quanto è caratterizzato da una membrana vibrante, necessaria per la produzione del suono. Un effetto simile si può facilmente ottenere con un pettine e della carta ripiegata su di esso: basta appoggiare le labbra sul pettine ricoperto dalla carta e cantare (o semplicemente mormorare) contro di esso. Si otterrà un suono ronzante, tipico di questo strumento, grazie alla vibrazione della carta....   leggi tutto

Hello EVA! Could you introduce yourself to Pequod’s readers?

Buenos días! My name is Eva I am a 24 years old girl who does not know how ended up in Tilburg. Sometimes when I’m walking along the streets it seems surreal living here.  I am totally into sports, I used to practice karate and now that I have moved to Tilburg I go to the University gym very often. I am always looking for justice and a new way to broaden my horizons which is the main reason why I am keen to become a good journalist....   leggi tutto

Il giorno 4 Maggio, dopo l’approvazione da parte della Camera, in Italia è stato ufficialmente ratificato il decreto Italicum, la riforma della legge elettorale che mira a trasformare il nostro sistema voti in modo da garantire una più ampia maggioranza in Parlamento al partito che dovesse raggiungere il 40% dei consensi nelle elezioni che verranno in futuro. La legge, che entrerà in vigore dal primo luglio 2016, ha scontentato molti, sia all’interno dello stesso parlamento, sia tra i cittadini. D’altro canto, le scelte legislative e la politica italiana più in generale hanno deluso molti in questi ultimi anni, specialmente i più giovani....   leggi tutto

Si è a lungo discusso di quanto l’EXPO di Milano 2015 possa effettivamente apportare dei sostanziali benefici al turismo e all’economia del nostro paese. Certo le risposte non si possono avere adesso, a solo pochi giorni dall’apertura del sito espositivo, ma quello di cui vorrei parlarvi in questa sede è un progetto che potrebbe incidere positivamente non solo nell’ambito dell’Esposizione internazionale, ma anche per il futuro turistico della zona che collega Milano al bacino del lago Maggiore....   leggi tutto

«Welcome to the absolutely flat nothing!» dice Daniëlle mostrandomi la campagna olandese sul treno che dall’aeroporto internazionale di Amsterdam-Schiphol ci porta a Lisse, il paese dove è nata e cresciuta. Lo dice sorridendo, con affetto. In effetti la campagna olandese lascia intuire molto della natura del paese stesso: un fazzoletto di terra strappato al mare, dove i campi verdi e i pascoli sono sempre attraversati da corsi d’acqua. Anche nelle città l’acqua è un elemento dominante: infatti quando non sono attraversate da canali e fiumi, come Amsterdam e Delft, sono costruite qualche metro sotto il livello del mare....   leggi tutto

Da pochissimi giorni si è alzato il sipario su EXPO Milano 2015; ci sono stati eventi, inaugurazioni, discorsi, inni, proteste e incidenti. I primi giorni di apertura hanno regalato sorrisi, ottime impressioni e previsioni scintillanti per il futuro della manifestazione. Va detto, però, che il futuro in questione non è esattamente a lungo termine: il 31 ottobre lo stesso sipario calerà, bisognerà tirare le somme, fare un bilancio di quello che è stata la manifestazione, stabilire se sia stata proficua per i visitatori e per il territorio che l’ha ospitata....   leggi tutto

Con Expo ormai alle porte le novità non mancano di certo. Fra i numerosi padiglioni presenti ne spicca uno di particolare interesse: il padiglione dedicato alle organizzazioni della società civile (Expo Milano 2015 é la prima Esposizione Universale ad ospitare padiglioni di questo tipo), Cascina Triulza. Antica costruzione rurale già presente all’interno del sito espositivo, con una superficie di 7900 mq e collocata a circa 700 metri dall’accesso ovest, la cascina è stata recentemente ristrutturata in vista dell’Esposizione Universale. Il tutto è gestito dalla Fondazione Triulza, ampia piattaforma composta dalle principali organizzazioni del terzo settore. Mostre, convegni e spettacoli saranno all’ordine del giorno all’interno del padiglione che prevede ben 750 eventi durante i sei mesi di Expo....   leggi tutto

E’ finito il conto alla rovescia, EXPO 2015 ha finalmente aperto i suoi cancelli al mondo.

A  Milano, nella giornata della festa del lavoro,  ha sfogo il fermento maturato nei mesi che hanno preceduto l’Esposizione, caratterizzati da polemiche, scontri e scandali, nonché da tanta, tanta fretta. Per le strade di Milano non sfila soltanto il tradizionale corteo dei lavoratori, guidati dai sindacati, dichiaratisi felici di collaborare con le autorità per contribuire fin dal primo giorno al successo di un tal eccezionale evento, ma anche un altro, ben più arrabbiato, indignato e temuto dall’autorità competente, il No Expo MayDay Parade....   leggi tutto

Spesso si sottovaluta quello che il nostro territorio ha da offrirci. Spesso preferiamo prendere aerei, andare in altri continenti, attraversare oceani, intraprendere lunghi viaggi, senza renderci conto che casa nostra ha quanto di meglio ci sia. A volte basta sollevare il velo e andare a cercare il bello che sta nascosto. L’Expo 2015 a Milano, lasciando da parte qualsiasi polemica sia stata mossa in questi mesi, ha anche questo obiettivo: farci riscoprire i posti nascosti di casa nostra. Ed è propria questa l’iniziativa promossa dalla rete Grandi Giardini Italiani: in occasione dell’esposizione universale che aprirà oggi, 1 maggio, a Milano, parchi e giardini privati in tutta Italia solitamente inaccessibili sono aperti al pubblico, permettendo di visitare quello che di solito resta nascosto agli occhi del mondo. Più di cento spazi verdi sono a disposizione del pubblico, rilanciando il turismo horticultural. In occasione di Expo, oltre al centinaio di luoghi, in tutta Italia e nel Canton Ticino, già facenti parte della rete, fondata da Judith Wallace nel 1997, altri sei giardini sono entrati a far parte dell’iniziativa, come, per esempio, i giardini vaticani o le ville pontificie a Castel Gandolfo, le cui bellezze e misteri sono noti e immaginabili....   leggi tutto

Invece che a Pechino, al tempo delle favole, Turandot quest’anno è a Milano, al tempo di EXPO. Molte sono state le polemiche riguardanti la festa dei lavoratori concomitante con la rappresentazione al teatro alla Scala di Milano – diretta da Riccardo Chailly nell’allestimento (rivisitato) che il regista Nikolaus Lehnhoff ideò per Amsterdam nel 2002: «Nei sei mesi di EXPO, per la prima volta nella sua storia, la Scala sarà aperta ininterrottamente dal 1° maggio al 31 ottobre. Il ruolo di istituzione culturale fra le più prestigiose del nostro paese, impone di offrire in questo modo il nostro contributo a questo grande evento per Milano e per l’Italia». Queste sono le parole di Alexander Pereira, il neo sovrintendente della fondazione....   leggi tutto

Every time there’s an important International event, prostitution plays a big role. EXPO Milano 2015 doesn’t constitute an exception.The city has been preparing to welcome visitors, but also their sexual escorts, for months. Of course, Pequod doesn’t mean to introduce you to the world’s oldest job, but at the eve of the great opening we had a chat with Vincenzo Cristiano, president of ALA Milano Onlus, and Luca Rousseau, coordinator of Progetto Via del Campo, and they told us something about a particular kind of prostitution – transgender prostitution.
loghi...   leggi tutto

Mentre Giuseppe Sala si dichiara stupito e Aldo Grasso parla di una generazione non abituata al lavoro, nel web si scatenano gli indignati. Facciamo un passo indietro. Esce un articolo del Corriere nel quale si afferma che l’80% dei selezionati per Expo si è tirato indietro. In particolare si parla della squadra che si occuperà degli 84 quartieri nei quali è stato suddiviso il sito espositivo per la gestione operativa. Il 46% dei primi selezionati è sparito al momento della firma, per poi passare al secondo gruppo di selezionati e poi al terzo, sino ad arrivare al discutibile dato. Le polemiche non si fanno attendere ed emergono testimonianze che raccontano di una selezione non sempre chiara e trasparente da parte di ManpowerGroup. Quest’ultima, poi, specifica che non si tratta solo di rinunciatari; nel calderone sono finite anche persone che non hanno superato i test o non sono state in grado di andare avanti nelle selezioni. Ne consegue che i dati andrebbero rivisti non considerando tutti i candidati ma le specifiche figure richieste. Under 29 con un contratto d’apprendistato fino a 1.500 euro al mese? Sembra che le cose non stiano effettivamente così....   leggi tutto

Un salotto milanese, un gruppo di amici, la passione per il cinema indipendente ed il piacere per buon cibo. Sono queste le radici su cui si fonda il progetto ceCINEpas (rigorosamente letto alla francese ndr). Un’associazione orizzontale, partecipata e aperta a tutti gli appassionati ed interessati, che nasce nel 2013 ed inizia il suo percorso il 9 gennaio grazie ad un’assemblea e ad una conferenza pubblica nella storica palestra di Rocco e i suoi fratelli, al circolo Arci di via Bellezza. Lo scopo principale è quello di aprire un cine-bistrot a Milano ad emulazione del modello romano Kino, un equilibrio perfetto tra il nutrimento dell’anima e quello del corpo: due direzioni diverse, distanti, che non potrebbero essere più complementari....   leggi tutto

Niguarda. In occasione del 70° anniversario della Giornata della Liberazione, Pequod intervista Angelo Longhi: manager IBM dall’animo antifascista ereditato dal padre, un partigiano niguardese.
Una lunga tradizione antifascista, risalente gli inizi degli anni Venti, si cela tra le pareti di Niguarda: protagonista dell’insurrezione milanese provocata con 24 ore di anticipo di quella che diventò la Giornata della Liberazione Nazionale....   leggi tutto

Nel 2012 è stato scambiato nel mondo denaro senza uso di contante per  un valore di 377 trilioni di dollari. Nel 2022 i pagamenti elettronici dovrebbero superare i 710 trilioni. L’uso di carte e pagamenti online è in aumento, anche nelle economie in via di sviluppo....   leggi tutto

Copyright ©2014 Pequod - Admin
Registrazione presso il Tribunale di Bergamo n. 2 del 8-03-2016
Made by Progetti Astratti