Giro di boa, edizione 2016

Anno nuovo, linea editoriale rinnovata!

Il 2016 è per Pequod Rivista un anno di grandi cambiamenti. Dopo quasi tre anni di intensa attività giornalistica, il magazine è cresciuto assieme ai redattori e al personale che l’ha costituito e rafforzato. Ogni progetto viene nel tempo edificato dalle passioni e peculiarità delle persone che lo compongono, nondimeno dai complimenti degli appassionati e dalle critiche di ognuno, certe volte costruttive e in altri casi talmente fuori luogo da risultare geniali. In qualsiasi caso, si cresce, si esce e si fanno le prime bevute con la consapevolezza che la nausea di oggi rafforzerà lo stomaco di domani: Pequod Rivista è entrata nella sua fase più matura, con una nuova linea editoriale che si prefigge il duplice obiettivo di accettare nuove sfide e rispettare le radici fondanti del periodico.

Durante una riunione di inizio dicembre, un’idea iniziò a rimbalzare fra le menti e i cartoni per la pizza dei redattori di Pequod, una nuova proposta editoriale: scegliere per ogni settimana una tematica da sviscerare nei più minuziosi dettagli attraverso le nostre sei sezioni. A ciascuna settimana, una sua tematica, selezionata a seconda di eventi importanti attuali, anniversari, ricorrenze internazionali, e altri avvenimenti che a nostra detta meritano di essere ricordati o sottoposti all’attenzione del lettore. Da ora in poi, ogni lunedì mattina scoprirete l’argomento settimanale seguito dalle motivazioni che ci hanno spinto a sceglierlo e qualche anticipazione sugli articoli che seguiranno.

Ogni giorno la redazione, che avete imparato a conoscere con gli ultimi post, si impegnerà a proporvi un’informazione seria e approfondita, in linea con gli eventi attuali e attenta agli episodi più significativi della nostra contemporaneità. Non mi resta che auguravi buon viaggio dunque, fra i nuovi mari e gli articoli inediti che vi avevamo promesso.

 

Francesca Gabbiadini

Direttrice

 

 

featured, 2016, approfondimento, nuova linea editoriale, tematica settimanale


Francesca Gabbiadini

Nata in valle bergamasca nell’inverno del 1989, sin da piccola mi piace frugare nei cassetti. Laureata presso la Facoltà di Lettere della Statale di Milano, capisco dopo numerosi tentavi professionali, tra i quali spicca per importanza l’esperienza all’Ufficio Stampa della Longanesi, come la mia curiosità si traduca in scrittura giornalistica, strada che mi consente di comprendere il mondo, sviscerarlo attraverso indagini e ricomporlo tramite articolo all’insegna di un giornalismo pulito, libero e dedito alla verità come ai suoi lettori. Così nasce l’indipendente Pequod, il 21 maggio del 2013, e da allora non ho altra vita sociale. Nella rivista, oltre ad essere fondatrice e direttrice, mi occupo di inchieste, reportage di viaggio e fotoreportage, contribuendo inoltre alla sezione Internazionale. Dopo una tesi in giornalismo sulla Romania di Ceauşescu, continuo a non poter distogliere lo sguardo da questo Paese e dal suo ignorato popolo latino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Reg. Tribunale di Bergamo n. 2 del 8-03-2016
©2013 Pequod - privacy policy - admin - by Progetti Astratti