I 5 passaggi fondamentali per autopubblicarsi, e perché vale la pena farlo  


Il mondo dei libri è un cosmo in continua espansione: ogni giorno vengono pubblicati nuovi libri, ogni giorno i confini di questo mondo si allargano.

Voler pubblicare un libro che lasci davvero il segno, è una sfida più ardua oggi che cento anni fa, quando la letteratura aveva un ruolo più centrale nella società e la concorrenza nel settore non era così spietata.

Ma cosa può fare oggi un autore che ha un progetto rivoluzionario in cui nessuno crede, o anche un libro importante da far leggere? Arrendersi di fronte a questo mare indistinto di copertine e libri? Smettere di crederci quando arriveranno i primi no dagli editori? La soluzione c’è, c’è sempre stata ed oggi è alla portata di tutti: autopubblicarsi.

Alcuni grandi classici contemporanei furono rifiutati oppure aspramente criticati (Il famoso Diario di Anne Frank fu rifiutato da ben 15 scrittori, mentre di Fiesta di Hemingway un editore disse che era «Noioso e offensivo»), quindi non sempre le grandi case editrici riescono a individuare nuovi capolavori.

Non c’è da stupirsi se alcuni grandi autori hanno iniziato pubblicandosi in autonomia; in Italia questa strada è stata seguita con successo per esempio da Svevo e Moravia.

Ricordatevi che se volete autopubblicarvi e credete davvero nel vostro lavoro, dovete portarlo fino in fondo, cercando di impegnarvi nella cura di ogni dettaglio voi, perché non ci sarà un’intera casa editrice a fare tutto il lavoro… Ma bisogna essere davvero soli in questo cammino? Se avete chiaro quello che vi occorre, potreste anche farvi dare una mano: non siate troppo orgogliosi e non fate tutto da soli, perché ammettere e conoscere i propri limiti è il primo passo per superarli o aggirarli… A meno che voi non siate in grado di fare già tutto da soli!

Fatevi aiutare se potete (e se avete i mezzi economici pagate pure dei professionisti).

Ma prima leggete quanto segue e poi chiedetevi se siete già pronti per questa entusiasmante sfida.

 

1) Sentire il parere di un editor o di un curatore editoriale

Un genitore non può giudicare al meglio i propri figli, perciò voi non potrete mai giudicare in modo obiettivo una vostra opera: chiedete un parere a una persona esperta che possa anche aiutarvi a strutturare meglio il vostro materiale.

Cosa ne sarebbe stato de La solitudine dei numeri primi se non fosse stato segnalato all’autore che quello era un titolo migliore di Dentro e fuori dall’acqua? Oppure se non gli fosse stato detto chiaramente che il concetto di “solitudine dei numeri primi” era la vera chiave del libro?

2) Far creare la copertina da un cover designer

Parliamoci chiaro: anche l’occhio, purtroppo, vuole la sua parte nel mondo dei libri.

Una buona copertina non può essere fatta con un’immagine scaricata da un sito e una scritta aggiunta da voi su paint, c’è bisogno di usare programmi specifici (come InDesign per esempio) e di avere un’idea su come si progetta una copertina che sappia attirare l’interesse delle persone.

3) Vendi anche una versione ebook del tuo libro

Il mercato degli ebook è in continua crescita per vari motivi (titoli strutturati meglio nelle versioni digitali, aumento dei tipi di supporti per la lettura, aumento dei titoli e della scelta, etc), quindi perché privarsi di questa fetta di possibili lettori che è in continua espansione? Moltiplicherete esponenzialmente la possibilità di fare leggere il vostro libro.

4) Pubblica il tuo libro su più piattaforme possibili

Non limitatevi alle librerie, cercate anche di collocare il vostro libro in più piattaforme possibili, in modo da aumentare la visibilità del vostro prodotto e la possibilità di essere acquistato dai lettori.

5) Promuovi il tuo libro

Non pensate che se un libro è stupendo si venda da solo: oltre al caro vecchio passaparola, serve che ne parlino più persone possibili! Internet oggi è uno dei mezzi migliori da sfruttare per farsi pubblicità (blog, forum, social network, siti specializzati, stampa, etc) quindi non tiratevi indietro e fate in modo che se ne parli!

 

Dopo aver letto tutto questo ricordavi che questi sono i passaggi base da affrontare per autopubblicarsi: chiedetevi se siete pronti, e se lo siete non tiratevi indietro e impegnatevi più che potete! I risultati arrivano sicuramente quando si fanno le cose per bene… E se il libro che avete scritto è davvero unico.

Alessio Scalzo

Sono cresciuto in Sicilia, nella terra di Pirandello e Sciascia, ma dal 2009 mi sono traferito a Milano.
Studio Lettere e sono il responsabile redazionale di Dudag srl (www.dudag.com), dove metto in
pratica le innovazioni che vorrei portare nel mondo dell’editoria. Da sempre leggo, scrivo e ascolto
musica per capire meglio il mondo e me stesso. Per Pequod mi occupo di attualità e cultura.
Alessio Scalzo

Tag: , , , , ,


Alessio Scalzo

Sono cresciuto in Sicilia, nella terra di Pirandello e Sciascia, ma dal 2009 mi sono traferito a Milano. Studio Lettere e sono il responsabile redazionale di Dudag srl (www.dudag.com), dove metto in pratica le innovazioni che vorrei portare nel mondo dell’editoria. Da sempre leggo, scrivo e ascolto musica per capire meglio il mondo e me stesso. Per Pequod mi occupo di attualità e cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright ©2014 Pequod - Admin
Registrazione presso il Tribunale di Bergamo n. 2 del 8-03-2016
Made by Progetti Astratti