ceCINEpas: una scommessa visionaria


Un salotto milanese, un gruppo di amici, la passione per il cinema indipendente e il piacere del buon cibo.

Sono queste le radici su cui si fonda il progetto ceCINEpas (rigorosamente letto alla francese ndr), un’associazione orizzontale, partecipata e aperta a tutti gli appassionati e interessati, che nasce nel 2013 e inizia il suo percorso il 9 gennaio grazie a un’assemblea e a una conferenza pubblica nella storica palestra di Rocco e i suoi fratelli, al circolo Arci di via Bellezza.

Lo scopo principale è quello di aprire un cine-bistrot a Milano a emulazione del modello romano Kino, un equilibrio perfetto tra il nutrimento dell’anima e quello del corpo: due direzioni diverse, distanti, che non potrebbero essere più complementari.

A distanza di due anni sono 54 i soci che hanno sottoscritto il progetto e che armati di entusiasmo, buona volontà e competenza cercano di rendere quest’esperienza unica e senza eguali, da degustare con gli occhi, con le orecchie, con la bocca; un’emozione pubblica da condividere con chi ci siede accanto.

L’obbiettivo finale è quello di creare una location fissa nel cuore pulsante di Milano, una cornice perfetta dove poter proiettare quelle opere cinematografiche emarginate dai maggiori circuiti commerciali e poter dare spazio a rassegne, incontri e degustazioni a tema nell’atmosfera tipica di un bistrot. Una nuova chiave di lettura per quest’arte visiva che possa intrattenere, appassionare e al contempo informare lo spettatore, avvicinandolo ad artisti emergenti riconosciuti internazionalmente, che non godono dell’interesse dei colossi cinematografici.

FOTO 2

Obbiettivo che trova sostegno nella collaborazione attiva di una moltitudine di realtà culturali del territorio: «Abbiamo iniziato a lavorare con varie realtà milanesi, associazioni e spazi, e a far nascere delle collaborazioni interessanti, ad esempio con il Cinema Beltrade,  con il quale abbiamo una rassegna in corso. Un’altra realtà con cui abbiamo una bella collaborazione è il Teatro Franco Parenti, dove abbiamo organizzato rassegne con continuità negli ultimi due anni. Adesso vorrei citare tutte le collaborazioni, ma sono davvero tante: l’associazione culturale La Scheggia, oppure Maquis. Siamo felici e orgogliosi di poter lavorare con tutte queste realtà», ci racconta in una chiacchierata telefonica Carla Vulpiani, vice presidente di ceCINEpas.

Non mancano però difficoltà a vari livelli, come il sostegno economico o lo spazio a Milano, che è sempre molto difficile ottenere e che al momento rappresenta l’ostacolo più invalicabile.

FOTO 3

Con gli amici, con il partner, con la famiglia, a un appuntamento al buio, invitate il vostro vicino in treno, in metro, il ragazzo che vi sta seduto di fronte in biblioteca, trascinate qualche sconosciuto e nutrite anima e corpo con una serata organizzata da ceCINEpas.

Jennifer Engelmann

Una mente intuitiva e razionale per un corpo istintivo e cosmopolita. 
Italo-tedesca trapiantata a Milano since 1991, imparo a scrivere prima ancora di camminare: inizio ad usare di nascosto la macchina da scrivere di mia nonna e battuta dopo battuta capisco che quel tic-tic-tic sarebbe diventato il mio suono preferito. Intraprendo la carriera universitaria in ambito comunicativo-giornalistico per perseguire il mio sogno e, dopo aver navigato in mari bui e tempestosi, approdo a Pequod nel Marzo 2015 dove, dilettandomi tra arte viaggi e fotografia, divento responsabile eventi.
 Una biondina cinica e determinata un po’ Carrie Bradshaw, un po’ Miss Fletcher.
Jennifer Engelmann

Tag: , , , , , , , ,


Jennifer Engelmann

Una mente intuitiva e razionale per un corpo istintivo e cosmopolita. 
Italo-tedesca trapiantata a Milano since 1991, imparo a scrivere prima ancora di camminare: inizio ad usare di nascosto la macchina da scrivere di mia nonna e battuta dopo battuta capisco che quel tic-tic-tic sarebbe diventato il mio suono preferito. Intraprendo la carriera universitaria in ambito comunicativo-giornalistico per perseguire il mio sogno e, dopo aver navigato in mari bui e tempestosi, approdo a Pequod nel Marzo 2015 dove, dilettandomi tra arte viaggi e fotografia, divento responsabile eventi.
 Una biondina cinica e determinata un po’ Carrie Bradshaw, un po’ Miss Fletcher.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright ©2014 Pequod - Admin
Registrazione presso il Tribunale di Bergamo n. 2 del 8-03-2016
Made by Progetti Astratti