CSI: fine di un’era?


Dopo 15 stagioni, 335 episodi, 14070 minuti, Csi termina le sue indagini, e domenica 27 settembre ha salutato i suoi fans con un doppio episodio intitolato “Immortality”.

La CBS, visto sia il calo di ascolti che quello creativo ha deciso di non rinnovare la serie per una sedicesima stagione.

Il doppio episodio è stato un vero e proprio saluto ai fans,  il caso finale  ha coinvolto la squadra di D.B Russell (Ted Danson): Sara Sidle (Jorja Fox), Greg Sanders (Eric Szmanda) e Morgan Brody  (Elisabeth Harnois), riportando a Las Vegas vecchie conoscenze della serie: Catherine Willows (Marg Helgenberger),  l’amato e insostituibile nel cuore dei fans Gil Grissom (William Petersen), ma non solo: presente all’appello anche Lady Heather (Melinda Clarke).

Grande assenza di Nick Stokes (George Eads), che nonostante l’invito di Anthony Zuiker (creatore e executive producer della serie) ha deciso di non partecipare all’episodio conclusivo della serie.

L’episodio inizia con un’esplosione all’interno dell’Eclipse Casinò di proprietà di Catherine, infatti un uomo si è fatto esplodere uccidendo tre persone e ferendone altre, Catherine ora nell’FBI decide di tornare a Las Vegas per collaborare con la squadra di Russell a risolvere il caso.

Durante le indagini si scopre un possibile coinvolgimento di Lady Heather; l’unica persona che la conosceva bene e sa come trovarla è Grissom che ora lavora come investigatore privato ed eco-vigilante per provare a salvare l’ecosistema marino.

Grissom, quindi, a grande sorpresa della sua ex-moglie Sara accetta di ritornare a Las Vegas, nonostante le sue grane con la giustizia di San Diego.

Il caso si complica, spunta un altro attentatore, inizialmente non si capisce il movente, come sempre niente è come sembra. Si scopre, infatti che è un viaggio nel passato, gli attentati sono dei  messaggi per Grissom e  il suo rapporto con Lady Heather.

"Immortality Part 1 & 2" -- Coverage of the CBS series CSI: CRIME SCENE INVESTIGATION, scheduled to air on the CBS Television Network. Pictured: (L-R) William Petersen, Marg Helgenberger and Jorja Fox Photo: Sonja Flemming/CBS ©2015 CBS Broadcasting, Inc. All Rights Reserved
“Immortality Part 1 & 2” — Coverage of the CBS series CSI: CRIME SCENE INVESTIGATION, scheduled to air on the CBS Television Network. Pictured: (L-R) William Petersen, Marg Helgenberger and Jorja Fox Photo: Sonja Flemming/CBS ©2015 CBS Broadcasting, Inc. All Rights Reserved

Gli autori danno un futuro ai protagonisti della serie: Grissom e Sara ritornano insieme e partono a bordo della barca di Gil, Catherine ritorna e prende il posto di Russell che a sua volta si trasferisce per iniziare un nuovo capitolo completamente nuovo a East. Non sarà l’ultima volta che lo vedremo su nostri schermi infatti la sua nuova avventura inizia in CSI Cyber.

foto_02 (2)

In CSI Cyber Patricia Arquette interpreta Avery Ryan, agente speciale esperta di informatica con un passato da psicologa; il personaggio è ispirato a Mary Aiken, cyber psicologa e direttore del centro di ricerca RCSI CyberPsychology.

I casi di CSI Cyber coinvolgono il deep web, l’agente Ryan e la sua squadra composta dall’agente speciale Elijah Mundo (James Van Der Beek) anche lui specializzato nel risolvere casi di crimini informatici, Brody Nelson (Shad Moss) ex hacker che Avery fa entrare nella squadra per farlo riscattare e dimostrare a lui e a se stessa che non tutti gli hacker sono “casi persi”.

Daniel Krumitz (Charley Koontz) altro membro della Cyber Division, lavora anche come agente speciale all’interno dell’FBI, anche lui è un ottimo hacker e infine Raven Ramirez (Hayley Kiyoko) specializzata nelle investigazioni sui Social Media.

All’interno della squadra c’è un cambiamento con l’arrivo di D. B. Russell, in qualità di direttore della Cyber Division dell’FBI e come nuovo capo di Avery, e c’è l’uscita di Simon Sifter (Peter MacNicol) assistente del Vice Direttore dell’FBI.

Ogni episodio tiene incollato il telespettatore allo schermo perché a differenza dei classici casi delle serie crime per arrivare alla soluzione del caso utilizza dei mezzi tecnologici legati al periodo che stiamo vivendo e in ogni episodio lo spettatore può immedesimarsi nel caso. Del resto dopo la sigla appare sullo schermo la scritta: “Potrebbe accadere a te“…

Martina Andrea Ponti

Nata con il botto del primo dell’anno 1991 a Milano, diploma di ragioneria-programmatore e una laurea in Scienze per la Comunicazione nel cassetto. Sogno gli Stati Uniti da quando ero piccola, la valigia è già pronta per volare oltreoceano e conquistarlo, magari diventare la nuova Lena Dunham o la versione femminile di Joss Whedon. Sto frequentando la magistrale in Scienze della musica e dello spettacolo. Su Pequod scrivo nella sezione Cultura e principalmente scrivo sulle serie tv, mia grande passione. Zaino sulle spalle, macchina fotografica in mano e cuffiette nelle orecchie vago per Milano alla ricerca della luce giusta e a volte collaboro per la sezione fotoreportage.
Martina Andrea Ponti

Tag: , , , ,


Martina Andrea Ponti

Nata con il botto del primo dell’anno 1991 a Milano, diploma di ragioneria-programmatore e una laurea in Scienze per la Comunicazione nel cassetto. Sogno gli Stati Uniti da quando ero piccola, la valigia è già pronta per volare oltreoceano e conquistarlo, magari diventare la nuova Lena Dunham o la versione femminile di Joss Whedon. Sto frequentando la magistrale in Scienze della musica e dello spettacolo. Su Pequod scrivo nella sezione Cultura e principalmente scrivo sulle serie tv, mia grande passione. Zaino sulle spalle, macchina fotografica in mano e cuffiette nelle orecchie vago per Milano alla ricerca della luce giusta e a volte collaboro per la sezione fotoreportage.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright ©2014 Pequod - Admin
Registrazione presso il Tribunale di Bergamo n. 2 del 8-03-2016
Made by Progetti Astratti