Restes: Marseille


 Marsiglia
è un temporale che non arriva
è una spugna di cemento
odore di piscio e di sapone
è anarchia
gente che viene da viaè un porto di spilli puntati al cielo
un nonno tatuato
che abbottona la camicia alla nipotina

è un bel cappello troppo caro
e un mare azzurro là in fondo

è soldi nel reggiseno
e una ragazza con le scarpe appese allo zaino.

Frammenti (restes) di frasi e qualche scatto per descrivere una città che non si riesce ad abbracciare tutta insieme perché è una città enorme (divisa in sedici arrondissements) che è sempre stata una città indipendente, come le nostre Repubbliche Marinare.

Notre Dame de la Garde svetta sulla città con la sua grande Madonna dorata, protettrice dei marinai; sotto di Lei una moltitudine di stradine in salita/discesa, affollate e rumorose, sporche e talvolta pericolose.

Arrivando dal centro verso il porto ci si può fermare a giocare con il grande specchio dell’architetto  Norman Foster. Rimanendo qui nel porto, tra i litigi dei pescivendoli, si intravede dal lato della città vecchia il seicentesco Fort Saint Nicolas e dal lato opposto l’incredibile connubio di bellezza antica e contemporanea che è il nuovissimo Musée des civilisations de l’Europe et de la Méditerranée (MuCEM).

Se poi ritornando verso la Stazione vedete due giraffe, è tutto normale: è solo un’originale postazione per il bookcrossing. Il toro volante? Quello non ve lo so spiegare, è una delle tante cose che ancora devo capire di Marsiglia. Perché non c’è la gente? Quella si deve vedere e conoscere con i propri occhi.. Qui c’è solo qualche tessera di quel grande mosaico che è Marseille.

Notre Dame de la Garde
Notre Dame de la Garde

Fort Saint Nicolas
MuCEM

Gare Saint Charles
Martina Balgera

Latest posts by Martina Balgera (see all)


Tag: , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright ©2014 Pequod - Admin
Registrazione presso il Tribunale di Bergamo n. 2 del 8-03-2016
Made by Progetti Astratti