Nel blu dipinto di blues

Un blu intenso e profondo è il colore che avvolge gli Stati Uniti a cavallo tra Ottocento e Novecento. Già nel XVII secolo gli anglofoni erano avvezzi all’uso dell’espressione to have the blue devils (“avere i diavoli blu”), riferita ad uno stato d’animo di agitazione, depressione...

Continua a leggere

Chi fermerà la musica?

«I musicisti professionisti in Italia sono divisibili in tre fasce: circa l’1-2 % di musicisti dipendenti a tempo indeterminato (fondazioni, orchestra RAI, enti parificati alle fondazioni lirico-sinfoniche); il 3-4% di musicisti autonomi con grande potere contrattuale individuale, quelli che sono...

Continua a leggere

Musica&LSD: una generazione d’amore

Psichedelia e musica. Il pensiero subito ci riconduce a quegli osannati anni Sessanta che tanto hanno fatto sognare le menti adolescenti della nostra generazione. Mi riferisco, più precisamente, a tutte quelle esperienze musicali caratterizzate da stati di coscienza e di percezione alterati che coinvolgevano...

Continua a leggere

La folle giornata di Figaro

«Qui non si parla che del Figaro, non si suona, non si strombetta, non si canta, non si fischia che il Figaro, non si va a sentire altra opera che il Figaro. Eternamente Figaro!». Queste le parole del ventinovenne Wolfgang Amadeus Mozart dopo il grandissimo successo della sua opera al Teatro Nazionale...

Continua a leggere

A Zadar chi suona è il Mare

“L’imprevedibilità del mare con la sua forza, moto, direzione e marea crea un concerto perpetuo, irripetibile nelle sue variazioni musicali. L’autore di questa sinfonia è la Natura stessa” Zadar, Croazia. È qui che il 15 aprile 2005 venne inaugurato l’Organo Marino (Morske Orgulje) ad opera dell’architetto...

Continua a leggere

La Buona Musica è qui

Marinai internauti udite, udite, Oggi è nata la playlist musicale di Pequod! Finalmente potrete riascoltare quando&quanto vorrete tutta la colonna sonora dei nostri articoli musicali. Altro che i soliti tormentoni estivi, la musica che vi lasciamo per l’estate è tremendamente ricercata e pregiata:...

Continua a leggere

Mirliton: che kazoo suoni?

Il mirliton è uno strumento riconducibile alla categoria dei membranofoni (come i tamburi) in quanto è caratterizzato da una membrana vibrante, necessaria per la produzione del suono. Un effetto simile si può facilmente ottenere con un pettine e della carta ripiegata su di esso: basta appoggiare le...

Continua a leggere

Charango, il simbolo di un ideale

Il charango è uno strumento caratteristico della musica sudamericana, in particolare dell’altipiano andino (ovvero l’area che comprende Bolivia, Equador, Perù e la parte settentrionale di Argentina e Cile). Quando gli spagnoli introdussero nelle loro colonie l’antica vihuela de mano (italianizzato:...

Continua a leggere

Aida, come sei bella

“…Vi dissi però che sono occupato. Indovinate!…A fare un’opera pel Cairo!!! Auf. Io non andrò a metterla in scena perché temerei di restarvi mummificato”. (16 luglio 1870. A Sant’Agata, mentre sta lavorando con Ghislanzoni, Verdi scrive all’amico bussetano Giuseppe Piroli)   Oggi vi parlo dell’Aida...

Continua a leggere

Il pianoforte a pollice

Oggi vi parlo di uno degli strumenti africani più diffusi in Occidente. È quella scatoletta con attaccate sopra tante lamelle di metallo, la classica cosa esposta al negozio etnico che tutti prendono in mano e iniziano a spolliciare con gran foga ed entusiasmo. Ecco, quella “cosa” in realtà è uno...

Continua a leggere

Fidelio, storia di un’eroina

      “Noi, esseri finiti, personificazioni di uno spirito infinito, siamo nati per avere insieme gioie e dolori; e si potrebbe quasi dire che i migliori di noi raggiungono la gioia attraverso la sofferenza.” Ludwig van Beethoven Dato il grande fermento per l’imminente rappresentazione...

Continua a leggere

Lasciatevi incantare

Dal grande marasma dei clarinetti popolari eccovi il flauto degli incantatori di serpenti. L’incantatore di serpenti è una figura tipica del folklore indiano che campeggia sia per le città sia su gran parte delle copertine delle guide turistiche per l’India. Negli ultimi anni il governo indiano...

Continua a leggere

Tosca: la recensione

«Puccini è un invito all’amplesso» (Mosco Carner) È il 14 gennaio 1900: il sipario del Teatro Costanzi di Roma si alza sulla pucciniana Tosca. Destinata a diventare uno dei capolavori più rappresentativi del teatro verista, Tosca continua ad avere successo e presa sul pubblico di tutto il mondo...

Continua a leggere

Reg. Tribunale di Bergamo n. 2 del 8-03-2016
©2014 Pequod - Admin - by Progetti Astratti