Autore: Martina Andrea Ponti

Nata con il botto del primo dell’anno 1991 a Milano, diploma di ragioneria-programmatore e una laurea in Scienze per la Comunicazione nel cassetto. Sogno gli Stati Uniti da quando ero piccola, la valigia è già pronta per volare oltreoceano e conquistarlo, magari diventare la nuova Lena Dunham o la versione femminile di Joss Whedon. Sto frequentando la magistrale in Scienze della musica e dello spettacolo. Su Pequod scrivo nella sezione Cultura e principalmente scrivo sulle serie tv, mia grande passione. Zaino sulle spalle, macchina fotografica in mano e cuffiette nelle orecchie vago per Milano alla ricerca della luce giusta e a volte collaboro per la sezione fotoreportage.

Quando sentiamo le parole riqualificazione urbana la maggior parte delle volte pensiamo che significa rendere i muri più carini, rintonacare un muro malmesso. Errato! lo scopo del progetto Pigmenti è quello di riqualificare la relazione tra i cittadini e gli spazi. «É innegabile che viviamo in un tempo abbrutito, siamo una “generazione di fretta”, con modelli estetici da fast food, superficiali perché più funzionali. Oggi va forte la televisione perché è comprensibile, ti parla, punta alla tua testa con un susseguirsi di notizie, consigli, liti, leggerezze, ecc…non ti lascia il tempo di rielaborare. Lavorare con l’arte pubblica ti consente di puntare a sorprendere, colpire, incuriosire, a lavorare non sulla testa ma sul sentimento, a muovere alla contemplazione, ad utilizzare un linguaggio che non lascia spazio all’immediatezza del verbale ma che obbliga alla profondità». Il percorso non é lineare, può essere del tutto casuale può lavorare senza che ce ne accorgiamo e può colpire tutti. La vera svolta è «il fatto di non dover andare in una galleria o in un museo per “accedere” alla suggestione di un’opera, perché permette di aggirare quella naturale scrematura fatta di interesse/cultura/istruzione/abitudine/status che fa in modo che in molti non percorrano mai la strada che li porta da casa al museo. Il trucco sta nel fare arte pubblica su altre strade e costringere ad un incontro fortuito e, proprio per questo, per alcuni, anche più autentico»....   leggi tutto

Copyright ©2014 Pequod - Admin
Registrazione presso il Tribunale di Bergamo n. 2 del 8-03-2016
Made by Progetti Astratti